• IT
  • EN
  • FR
  • DE
  • ES
  • PYC
Fazioli Pianoforti

AMIATA PIANO FESTIVAL: IL DECENNALE

AMIATA PIANO FESTIVAL 2014
BACCUS
26-29 GIUGNO
EUTERPE 24-27 LUGLIO
DIONISUS 28-31 AGOSTO

L'estate 2014 è stata per Amiata Piano Festival, prestigiosa rassegna musicale sostenuta dalla Fondazione Bertarelli e diretta da Maurizio Baglini, l'edizione del decennale.

Dodici sono gli appuntamenti che si sono svolti dal 26 giugno al 31 agosto 2014 a Poggi del Sasso, nel comune di Cinigiano (Grosseto), in Toscana. Secondo una formula ormai collaudata, i concerti si sono articolati in tre serie, chiamate Baccus (26/27/28/29 giugno), Euterpe (24/25/26/27 luglio) e Dionisus (28/29/30/31 agosto) per suggellare il nobile legame che unisce musica e vino. In particolare l’edizione 2014 ha reso omaggio a Claudio Abbado, il sommo direttore d’orchestra scomparso ad inizio anno.

BACCUS - A dare il La all’edizione-anniversario sono stati dieci artisti di fama internazionale – idealmente uno per ogni anno di storia della rassegna – che sono ritornati a grande richiesta sul palco di Amiata Piano  Festival. Oltre al pianista Maurizio Baglini e alla violoncellista Silvia Chiesa (artista residente di APF), si sono esibiti il chitarrista Giampaolo Bandini, il violista Simonide Braconi, la violinista Amanda Favier, il clarinettista Corrado Giuffredi, il sassofonista Javier Girotto, il pianista Wolfram Schmitt-Leonardy, il violinista Pavel Vernikov e il violoncellista Clemens Weigel. Venerdì 27 si è assistito ad un’appassionante gara tra uomo e macchina: Roberto Prosseda, uno dei maggiori pianisti italiani, e il “collega” robot TeoTronico si sono sfidati a suon di Chopin, Scarlatti e Mozart. Sabato 28 il celebre pianista iraniano Ramin Bahrami ha interpretato il suo amato Bach in duo con uno dei più apprezzati flautisti italiani, Massimo Mercelli. Domenica 29 la serie si è conclusa con le seduzioni dell’arpa di Floraleda Sacchi, nella suggestiva Chiesa di Montecucco. Tutti gli altri concerti si sono svolti invece nella Sala Musica Collemassari del Podere San Giuseppe: un gioiello di acustica, utilizzato anche per registrazioni

EUTERPE - Giovedì 24 luglio è stato il momento di Andrea Bacchetti - pianista tra i più ammirati, noto anche per le apparizioni in tv - affiancato da tre prime parti di prestigiose compagini: il violinista Emmanuele Baldini (Orchestra Sinfonica Nazionale di S. Paolo del Brasile), il violista Alfredo Zamarra (Fenice di Venezia) e il violoncellista Luca Signorini (S. Carlo di Napoli). Un duo femminile di giovani stelle è sato di scena venerdì 25: la violinista Anna Tifu e la pianista Gloria Campaner hanno proposto un percorso nella musica di Franck, Ravel e Sarasate. “Carta bianca” è stata data sabato 26 a Gianluca Cascioli, nella doppia veste di pianista e compositore. Sul palco anche Silvia Chiesa e Maurizio Baglini, per una “prima” assoluta di una sua Sonata per violoncello e pianoforte. La serie si è conclusa con la dedica a Claudio Abbado ad opera del violoncellista Enrico Bronzi, che ha lavorato a stretto contatto con il Maestro in seno all’Orchestra Mozart.

DIONISUS - Ospitata nella suggestiva Cantina Collemassari - con le botti di vino a fare da camera acustica - la serie Dionisus si è aperta nel nome di Mozart. Giovedì 28 agosto i Fiati dell’Orchestra dell’Opera de Rouen diretti da Luciano Acocella hanno eseguito la Serenata op. 10 (“Gran Partita”) e il Quintetto K452 del Salisburghese, con la partecipazione di Maurizio Baglini. Il raffinato ensemble francese è stato di nuovo in scena venerdì 29, questa volta con Silvia Chiesa, per la struggente Serenata di Dvorák per violoncello e fiati. Come da tradizione, il festival ha aperto le porte anche a generi musicali diversi dalla “classica”: sabato 30 a spiazzare e divertire il pubblico ci ha pensato The Bass Gang, irresistibile quartetto di contrabbassi che ha riletto in chiave comica - ma tecnicamente ineccepibile - un vasto repertorio che spazia da Bottesini a Piazzolla. Il concerto conclusivo di domenica 31 è stato affidato a cinque ambasciatori della musica italiana nel mondo: il Quartetto di Cremona e il pianista Roberto Plano, che con un raffinato programma cameristico hanno coronato il decennale di Amiata Piano Festival.

I concerti del festival sono stati registrati, come ogni anno, da RAI RADIO 3.

www.amiatapianofestival.com

Fazioli Pianoforti s.p.a.
Cap. Soc. € 466.650,00 i.v.
C.F. e P. IVA: IT 00425600939
Via Ronche, 47 - 33077 Sacile (PN)
Tel. +39.0434.72026
info@fazioli.com
crediti: Representa